Pubblicato il Lascia un commento

Vesciche: come si formano e come eliminarle…

Vesciche: come si formano e come eliminarle…

intro-6-696x392

«Le vesciche sono l’esito dello strofinamento tra piede e calzatura. Questo stress meccanico dà vita a un processo infiammatorio a seguito del quale, tra derma e epidermide, si forma una raccolta di liquido (siero) che origina la bolla», spiega il podologo Arcangelo Marseglia. Ma non è tanto la presenza della bolla in sé a provocare dolore, quanto il fatto «che si manifesti in zone di inevitabile contatto con le scarpe, come il tallone o l’estremità delle dita». Se la vescica si è già formata si può intervenire con una procedura molto semplice, suggerita dal nostro esperto, che permetterà la guarigione della lacerazione in tre giorni, a patto evitare scarpe troppo strette o di indossarle senza calzini.

 

Con un dischetto di cotone imbevuto di liquido a base di cloruro di benzalconio, disinfetta la vescica.

Buca la bolla con un ago sterile (va bene anche quello monouso della siringa per insulina). Se la pelle è particolarmente spessa sarà necessario effettuare più punture.

Fai pressione con una garza sulla bolla, in modo da far uscire tutto il siero.

Disinfetta nuovamente la vescica e coprila con una garza. È sconsigliato mettere un cerotto poiché stimola la formazione di umidità, sfavorendo la cicatrizzazione della ferita.

 

L’ideale è affidarsi ad una medicazione avanzata specifica, ad uso professionale, per una guarigione perfetta!

La trovate a questo link: https://www.sanitariapolaris.it/prodotto/medipore-pad-medicazione-sterile-tnt/