Pubblicato il Lascia un commento

Il ginocchio è l’articolazione più soggetta a traumi – Ecco alcuni dati

Il ginocchio è una articolazione particolarmente sollecitata che può andare incontro a distorsioni, lesioni dei menischi e dei tendini, alla Sindrome patello femorale, fratture, artrosi e reumatismi.

Il ginocchio è l’articolazione più soggetta a traumi nella pratica di quegli sport in cui bisogna eseguire con gli arti inferiori gesti tecnici ad elevata velocità (spostamenti laterali e antero-posteriori) con arresti bruschi del movimento o quando si effettuano salti ripetuti.

artrosi ginocchio
Incidenza dell’artrosi al ginocchio per genere
L’osteo-artrosi è la malattia muscolo-scheletrica più frequente nella nostra popolazione e ne colpisce circa il 17%.
La prevalenza di artrosi/artrite è maggiore nelle donne rispetto agli uomini con 22,1% vs 12,1%. L’andamento della prevalenza in rapporto all’età è decisamente a svantaggio delle persone più anziane: il 67,9% delle donne ed il 49,6% degli uomini oltre i 75 anni lamentano “artrosi/artrite”.
In particolare al ginocchio ne soffre il 12% degli uomini e il 26% delle donne.
ginocchio - patologie

LE PIÙ COMUNI PATOLOGIE DEL GINOCCHIO.

ginocchio - anatomiaFra le patologie più comuni del ginocchio vi sono le distorsioni, le lesioni dei menischi, la sindrome patello femorale, la Malattia di Osgood Schlatter, le fratture e l’artrosi.

  • Le distorsioni a seconda della gravità vengono distinte in 3 gradi: nel 1° grado alcuni fasci dei legamenti interessati di distendono in modo eccessivo; nel 2° grado si ha una parziale lacerazione; nel 3° grado la lacerazione legamentosa è totale.
  • Le lesioni dei menischi rappresentano il 70% delle lesioni interne del ginocchio e sono dovuti a traumi diretti.
  • La sindrome patello femorale è un’infiammazione che si crea tra femore e rotula. Si ha difficoltà a scendere le scale, a stare seduti e a camminare. Può insorgere ad es. dopo una lunga camminata in montagna ed è comune tra i 18 e 21 anni.
  • La Malattia di Osgood Schlatter è una lesione da sovraccarico e colpisce soggetti tra i 10 e i 16 anni ed è dovuta all’estensione del ginocchio in modo forzato e ripetuto.
  • Le fratture del ginocchio interessano l’estremità inferiore del femore, la rotula e l’estremità superiore della tibia.
  • L’artrosi del ginocchio (o gonartrosi) è molto diffusa, specie nel sesso femminile e colpisce entrambe le articolazioni.

In tutti questi casi, dopo aver consultato il tuo medico ortopedico, prova a vedere se tra i nostri prodotti  trovi una soluzione che ti possa aiutare.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE TUTTI I NOSTRI PRODOTTI

Pubblicato il Lascia un commento

Quando un bambino si lamenta per un dolore al ginocchio

La crescita nei bambini può creare talvolta, soprattutto quando praticano in maniera intensa attività sportive come il calcio, il basket, la pallavolo o il tennis, qualche disturbo doloroso del ginocchio.

600-kids-soccerSMALL

Questo tipo di problema interessa principalmente i maschi dell’età di 10-14 anni e, meno frequentemente, le femmine dai 9 ai 12 anni.

Il nome di questo tipo di problema è l’inpronunciabile: morbo di Osgood Schlatter. 

images

Questa situazione, dal nome decisamente preoccupante ma dall’andamento costantemente benigno, consiste nella presenza di dolore alla parte anteriore del ginocchio, senza che vi sia stato alcun evento traumatico.

Inizialmente è presente sotto sforzo, diminuisce durante l’attività fisica ed aumenta nuovamente nelle ore successive all’impegno sportivo.

Nelle fasi più avanzate il dolore può essere tale da far soffrire anche per il semplice sfregamento di vestiti sulla parte infiammata, rende impossibile l’atto di inginocchiarsi con la superficie anteriore del ginocchio a contatto con il pavimento e provoca una tumefazione caratteristica che altera il profilo della regione anteriore del ginocchio.

Screen_Shot_2014-05-26_at_10.19.53_am

Fortunatamente nel corso di massimo due anni il problema rientra spontaneamente, ma di sicuro ci sono più metodi per diminuire il dolore, i fastidi e velocizzare i tempi di recupero:

– Si può modificare l’attività sportiva con riduzione della frequenza e dell’intensità degli allenamenti
– Si deve effettuare un corretto riscaldamento all’inizio dell’attività stessa
– Si possono programmare degli esercizi di potenziamento muscolare
– Può essere utile applicare una borsa di ghiaccio dopo le attività sportive per 15-20 minuti nella zona interessata
– Sotto prescrizione medica si possono applicare dei farmaci antinfiammatori per uso locale
– Si può ricorrere all’uso di appositi tutori o bendaggi applicati al di sotto della rotula per consentire una riduzione degli stress sull’inserzione ossea.

Proprio l’utilizzo del cosiddetto “Cinturino sottorotuleo” può essere una scelta decisamente vantaggiosa. In primis il cinturino sottorotuleo è poco ingombrante rispetto alle ginocchiere ed è molto più tollerato da chi lo utilizza. E’ economico, è vantaggioso sia per la riduzione del dolore e sia per il recupero funzionale e soprattutto non ha effetti collaterali che l’assunzione di farmaci per bocca potrebbe dare.

SOTTOROTULEO

Vi rimandiamo alla pagina relativa all’acquisto di questi piccoli ausili che possono giovare non poco alla risoluzione definitiva di questo problema tipico dei nostri piccoli sportivi…

VEDI I CINTURINI SOTTOROTULEI