Posted on Lascia un commento

Plantari Ostia – Scegli Sanitaria Polaris, scegli il meglio!

Plantari Ostia – Scegli il meglio per te, scegli Sanitaria Polaris Srl!

Il PLANTARE Ortopedico è un presidio ortopedico su misura e viene sviluppato e realizzato secondo le indicazioni della prescrizione medica per l’uso esclusivo di un determinato paziente.

L’aspetto esteriore del plantare è simile a quello di una “soletta”, ma il suo contenuto tecnologico è totalmente differente.

Presso la Sanitaria Polaris Srl di Ostia Lido a Roma realizziamo qualsiasi tipo di ortesi plantare su misura grazie alle migliori tecnologie presenti sul mercato e sempre su base di prescrizione medica, per garantire l’emissione di fattura fiscale per DISPOSITIVO MEDICO su misura detraibile dalle spese sanitarie!

Non fatevi abbindolare da chi vende solette propriocettive o plantari predisposti senza prescrizione medica, sono tutt’altro tipo di cose.

Il plantare su misura viene progettato e realizzato per prevenire, compensare o correggere atteggiamenti posturali – biomeccanici – patologici del piede-caviglia e delle strutture sovra-segmentarie (ginocchia, anca, zona lombare ecc.).

Le problematiche o patologie più frequenti cui i plantari possono dare un importante contributo al miglioramento sono:

Piede Piatto – Pronato del bambino e dell’adulto
Piede Cavo
Alluce valgo
Metatarsalgie e Sindrome di Morton
Fasciti plantari, tallalgie, tallodinie, tendiniti-tendinosi al tendine d’ Achille
Problematiche muscolo-tendinee come quelle al Tibiale Posteriore e Anteriore, e tante altre…

Chiedi informazioni in merito ai Plantari su misura presso il nostro punto vendita di Piazza Vega 9 ad Ostia, sapremo darti le informazioni più preziose grazie ai nostri Tecnici Ortopedici specializzati nella cura del piede.

I Plantari hanno la possibilità di cambiare la biomeccanica dell’apparato locomotore, attraverso il cambiamento delle applicazioni delle forze stesse al suolo, attraverso l’interazione Caviglia-piede-plantare-calzatura-suolo.

Ecco alcune caratteristiche salienti ottenibili da plantari realizzati secondo i nostri standard qualitativi:

Modifica la distribuzione delle forze sulla superficie plantare aumentando la superficie di appoggio del piede per diminuire le forze applicate, più viene aumentata la superficie di appoggio più diminuiscono le forze applicate.
Attraverso la suddetta modalità l’utilizzo di materiali ammortizzanti “scarica” alcune aree della superficie d’appoggio stessa alleggerendo le zone di maggior pressione.
Controlla i movimenti svolti dal piede nel passo e governa i due movimenti fondamentali del piede Pronazione e Supinazione, la loro disfunzionalità è una della cause fondamentali delle problematiche biomeccaniche.
Compensa alterate situazioni meccaniche del piede migliorando la funzionalità delle articolazioni sovrastanti (ginocchia-anca-zona lombare ecc…)

Ricordiamo inoltre che presso la nostra struttura è possibile effettuare SEMPRE l’esame Baropodometrico GRATUITO! Senza obbligo di acquisto plantari!

Contattaci allo 06.65604151 o via mail a polaris.sanitaria[at]tiscali.it

Posted on Lascia un commento

PIEDE PIATTO NEL BAMBINO: COSA È E COME TRATTARLO

Oggi voglio parlarti del piede piatto nel bambino; questa condizione è fisiologica di tutti i piccoli fino ai 4-5 anni, ma dopo una certa età si trasforma in patologia. Che cos’è di preciso il piede piatto?
Il piede piatto è, sicuramente, il motivo più frequente di visita ortopedica nei bambini. Fortunatamente, nella maggioranza dei casi, si tratta di una condizione benigna che, comunque, non va sottovalutata in quanto vanno escluse patologie più gravi.
Questo tipo di paramorfismo si caratterizza per la riduzione o la scomparsa della volta plantare longitudinale, che in base all’entità, distinguiamo in quattro gradi di gravità.

Piede piatto nel bambino: cosa è e come trattarlo

Da cosa è causato il piede piatto?
La causa di questa deformità risiede in un anomalo rapporto, durante il carico, tra le due ossa del retro piede, astragalo e calcagno. In particolare, l’astragalo tende a scivolare sul calcagno verso la parte interna del piede e il calcagno ad inclinarsi verso l’esterno (pronazione); tale deformità comporta anche modificazioni posturali all’avampiede (supinazioni) e all’arto inferiore, oltre a modificare l’impronta plantare (aumento dell’appoggio al medio piede).
Fino a 4-5 anni di età, non c’è da preoccuparsi, in quanto il piede del bambino è fisiologicamente piatto, poi subisce un processo di maturazione progressiva che porta alla formazione della volta plantare che si completa intorno ai 12-13 anni.

Due forme cliniche di piede piatto
Adesso analizziamo insieme le due forme cliniche di piede piatto infantile: il flessibile e il rigido.

Il piede piatto flessibile è il più comune (oltre 95% dei casi) e spesso è associato a lassità articolare generalizzata e ad altri disturbi posturali
Il piede piatto rigido é molto più raro, ma più grave. Questa patologia è caratterizzata da rigidità e dolore del piede ed è associata ad anomalie scheletriche congenite del retropiede; tale deformità non è correggibile manualmente, nemmeno in anestesia.
Per la diagnosi di questa patologia è importante una valutazione clinica precoce del bambino, sia in condizioni statiche, che dinamiche.

In cosa consiste l’esame clinico?
Il primo step è l’esame baropodometrico, che aiuterà il pediatra o lo specialista nella valutazione clinica per stabilire al meglio l’iter da seguire. Tramite una pedana computerizzata si capirà come il peso del corpo si scarica sulle piante dei piedi del bambino e si valuterà tutto in maniera precisa.

Presso la Sanitaria Polaris Srl l’esame baropodometrico è GRATUITO! Fatto da un tecnico ortopedico specializzato, stampato e consegnato subito ed analizzato insieme ai genitori del bambino. (prenotazioni 0656304151)

L’esame clinico successivo (effettuato dal pediatra e, dove necessario, dall’ortopedico) permette di valutare l’entità del piattismo, se è rigido o manualmente correggibile, se è mono o bilaterale, se sono presenti altre alterazioni posturali a carico dell’apparato locomotore (dismetria degli arti, ginocchia vare o valghe, iperlassità, obliquità di bacino, antiversione delle anche, cifosi dorsale).
Successivamente, il pediatra si prenderà cura del tuo bambino con diversi controlli nel tempo, per vedere se la deformità tende a migliorare o meno.
Ti ricordo che il piede piatto flessibile tende a ridursi fuori carico se, cioè, il bambino si metterà in punta di piedi o se fletterà dorsalmente l’alluce. Dallo studio nel tempo di piedi piatti flessibili è emerso che, in un’alta percentuale di casi, tendono a migliorare con la crescita. Purtroppo nei bambini maschi questa patologia può essere più persistente, così come in quelli in sovrappeso.

Trattamento del piede piatto del bambino
Il trattamento inizialmente è conservativo, sia nella forma flessibile che in quella rigida, e si avvarrà, a seconda del tipo e gravità della patologia, di kinesiterapia (consiste in esercizi per stimolare la muscolatura intrinseca ed estrinseca del piede, esercizi propriocettivi e di rieducazione del passo, favorendo la coordinazione motoria). Il bambino può effettuare da solo gli esercizi più semplici, dopo poche sedute con il fisioterapista.

Quando è indicato l’uso dei plantari
I plantari sono un’ottima soluzione per le forme più marcate e sintomatiche, perché hanno la funzione di sostenere la volta plantare longitudinale e alcuni modelli possono anche stimolare le terminazioni propriocettive per contrastare la deformità.
Mi raccomando, i plantari devono essere sempre prescritti da uno specialista, in quanto vanno realizzati su misura e indossati in normali calzature comode. L’uso del plantare è indicato soprattutto in coloro che hanno sintomi di piede piatto o che hanno delle difficoltà nel camminare o nel correre. Sono praticamente inutili, invece, nelle calzature ortopediche.

Quando occorre intervenire chirurgicamente?
Se il bambino, all’età di 10-13 anni, ha ancora una deformità importante di (3°-4°) grado di piede piatto flessibile sintomatico, è consigliabile l’intervento di calcanea-stop che mediante l’impianto di una particolare vite tra astragalo e calcagno, o posizionata direttamente nel calcagno o nell’ astragalo, corregge la pianta del piede.
Tale intervento fornisce prima una correzione meccanica ma, successivamente, eliminata la vite, la situazione viene mantenuta, in quanto i muscoli risultano “abituati” alla nuova posizione.
Talvolta, può capitare che alcuni bambini abbiano bisogno di sottoporsi nuovamente a dei piccoli interventi sul tendine tibiale posteriore e sul tendine d’Achille, per ottenere una miglior correzione.

Posted on Lascia un commento

Esame baropodometrico – Un test sicuro ed efficace

Sanitaria Polaris Srl è da sempre fiera della possibilità offerta permanentemente a tutti i suoi clienti di effettuare presso la nostra sede l’esame baropodometrico statico, dinamico e stabilometrico gratuito con l’assistenza di tecnici specializzati.

baropodometria

Parliamo nello specifico dell’esame baropodometrico e delle sue caratteristiche.

L’esame baropodometrico è un test che permette di valutare la qualità dell’appoggio a terra dei piedi. Il test fornisce informazioni sulle pressioni che vengono scambiate tra la superficie di appoggio del piede ed il terreno e valuta in modo approfondito la modalità di esecuzione del passo ed eventuali alterazioni della deambulazione.

esame baropodometrico roma

Il soggetto viene messo in una posizione statica, sopra un tappeto sensibile alla pressione, mentre il suo sguardo è posto in avanti. Al tappetino è collegato un sistema computerizzato che permette di far vedere all’esaminatore, su di un monitor, gli appoggi del piede. L’analisi è costituita da due fasi principali:

ANALISI STATICA

Valuta l’appoggio del piede identificando le aree di maggiore e minore carico (che sul monitor appaiono come variazione tra il colore rosso ed il blu). Nella stessa seduta in pochi minuti, si registrano anche:

  • La percentuale di carico sui due piedi
  • Carico anteriore e posteriore
  • Analisi stabilometrica e dei baricentri.
  • Superficie di appoggio delle piante dei piedi.

esame baropodometrico ostia

ANALISI DINAMICA

Viene effettuata chiedendo al paziente di camminare sulla pedana fino alla sua estremità e ritorno. La camminata può essere ripetuta più volte. Questa analisi verifica lo spostamento del peso, l’appoggio, i tempi di carico, durante la camminata. A monitor è possibile evidenziare la percentuale di appoggio sull’avampiede rispetto al retropiede, ed il dispiegarsi della deambulazione.

Esame baropodometrico gratis

PERCHè E’ IMPORTANTE?

L’esame permette una valutazione anatomica e funzionale del piede, fornendo inoltre una registrazione grafica della pressione esercitata sul terreno, sia quando il paziente si trova in posizione completamente eretta, sia quando cammina. Lo studio della distribuzione di queste pressioni consente di valutare la biomeccanica posturale e locomotoria unitamente alle sue variazioni patologiche. L’esame pertanto è utile nel descrivere la morfologia, la funzione e disfunzione statica e dinamica del piede. L’esaminatore ne riceve anche un’impressione di eventuali patologie proprie del piede così come di altri segmenti corporei interconnessi anatomicamente e funzionalmente con esso. Ricerche sperimentali hanno evidenziato come le differenze sessuali e le variazioni allometriche associate con l’aumento della superficie plantare o la statura non sono quantitativamente rilevanti né significative in rapporto alle variazioni di carico.

QUANTO COSTA?

Normalmente i costi di un esame baropodometrico si aggirano tra i 20 e i 100 euro, prezzo nel quale dovrebbero essere comprese l’effettuazione dell’esame da parte di un tecnico ortopedico specializzato, la stampa del cartaceo con l’esito dell’esame da portare al medico specialista, una spiegazione verbale di ciò che è stato fatto ed un check-up generale del piede per inserire ulteriori informazioni all’esame.

I costi che un’azienda deve sostenere per offrire un servizio di qualità non sono eccessivi ed è per questo che la Sanitaria Polaris Srl di Ostia Lido (Roma) continua ad offrire ai propri clienti l’ESAME BAROPODOMETRICO STATICO E DINAMICO GRATUITO senza l’obbligo di acquisto dei plantari.

Siamo felici e fieri di sapere che grazie alla nostra iniziativa abbiamo acquisito un enorme database di persone che ci hanno permesso di avere notevole capacità di poter effettuare esami sempre precisi e dettagliati fornendo ai clienti finali la massima assistenza prima e dopo l’esame per essere indirizzati al meglio ai medici specialisti che potranno trattare i problemi specifici di riferimento.

Posted on Lascia un commento

Il plantare sensomotorio – Un nuovo modo di concepire il plantare

Siamo lieti di annunciarvi che il laboratorio ortopedico della Sanitaria Polaris Srl è ufficialmente abilitato alla realizzazione dei nuovissimo plantari “Sensomotori”.

Il plantare sensomotorio è un plantare concepito in maniera rivoluzionaria, fondendo in se le caratteristiche di un plantare tradizionale meccanico e quelle di un plantare propriocettivo, diventando così allo stesso tempo un plantare attivo e passivo.

Grazie al PLANTARE SENSOMOTORIO® ogni singolo passo si trasforma in un allenamento sensomotorio.
I plantari stimolano i recettori presenti sulla pianta del piede e il vostro corpo reagisce attivando la muscolatura. Per questo motivo il PLANTARE SENSOMOTORIO® è anche chiamato plantare attivo. Il carico sul piede viene ridotto, il movimento si fa più armonioso e camminare diventa più facile. I dolori fanno parte del passato! Gli esperti del PLANTARE SENSOMOTORIO® fanno una valutazione del vostro sistema sensomotorio, vi forniscono informazioni professionali, rispondono a tutte le vostre domande e realizzano su misura il vostro PLANTARE SENSOMOTORIO® personalizzato.

Specialmente per quanto riguarda lo sport!

Correre o fare jogging è una vera passione che tuttavia può provocare problemi alle ginocchia, dolori alla tibia, dolori ai polpacci, indurimento dei polpacci, infiammazioni al tendine di Achille e dolori alla pianta dei piedi. Nel peggiore dei casi soffrite già di talalgie e di dolori plantari nella fase di appoggio. La causa di tutti questi disturbi è spesso da ricercare nell’instabilità dell’articolazione della caviglia dovuta a un piede valgo, un piede con arco abbassato, un piede cavo o un piede piatto. Grazie ad un’accurata valutazione motoria, che consente di riconoscere esattamente i deficit, gli esperti del PLANTARE SENSOMOTORIO® hanno una risposta a tutte le vostre domande. Delle buone scarpe da corsa da sole spesso non bastano ad evitare una iperpronazione o una supinazione. I plantari sensomotori personalizzati (plantari attivi) possono invece influenzare in modo mirato le singole fasi del ciclo deambulatorio durante la corsa, rafforzare la muscolatura, diminuire il carico su ginocchia e tendini di Achille, fino addirittura a migliorare le vostre prestazioni sportive.

Contattateci per maggiori informazioni:

Tel. 06-56304151 (int.3)

mail: polaris.sanitaria@tiscali.it

Guarda il nuovo video del nostro canale YouTube:

http://www.youtube.com/watch?v=7UfR6Syc9jk&feature=youtu.be

 

Posted on Lascia un commento

Nuova partnership con l’ASD Amatori Castelfusano

Innanzitutto ci pare opportuno prendere un breve estratto dal sito dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Amatori Castelfusano per farvi capire di che realtà stiamo parlando:

6-1368001014

L’A.S.D. Amatori Castelfusano è nata nel 1988 per iniziativa di un gruppo di sportivi non professionisti, i quali, incontrandosi periodicamente durante gli “allenamenti” nella Pineta di Castelfusano, hanno deciso di condividere la comune passione per la corsa. 
A questo primo nucleo di “pionieri” si sono aggiunti ben presto altri corridori, e oggi l’Amatori Castelfusano, con i suoi 200 atleti, rappresenta una delle maggiori Società podistiche amatoriali del Lazio per numero di iscritti e per risultati ottenuti. 

Nel campo dell’organizzazione di manifestazioni sportive l’Amatori Castelfusano fa parte del comitato organizzatore de “La Trenta del Mare di Roma”; inoltre organizza e promuove direttamente la “EcoMaratonina” nel Parco di Castelfusano, e il “Trofeo Lidense”. 

fotoxsito

Sicuramente è quindi per noi un vanto aver creato una partnership collaborativa e una convenzione per tutti gli iscritti all’associazione.

I termini della convenzione sono disponibili sul sito dell’associazione a questo LINK.

Mentre potrete avere informazioni sull’iscrizione a questo LINK.

La nostra continua ricerca per lo sviluppo di plantari sportivi dedicati alla corsa è sicuramente stato il primo passo verso la conoscenza di due membri importanti di quest’associazione, il Dottor Lucio Tartaglini, stimato medico sportivo e reumatologo della capitale, e il grande Fabio “Il Capitano” Erobusti, vero e proprio Iron Man del gruppo sportivo, che sono da considerare come il primo anello di congiunzione tra noi e l’ASD Amatori Castelfusano ed è a loro che va un nostro sentito ringraziamento.

A tutto il gruppo affidiamo un gigantesco “In bocca al lupo” per ogni futura manifestazione o gara podistica da parte di tutto il nostro staff.

Posted on Lascia un commento

Promozione “piedi sani”!

La Sanitaria Polaris srl è lieta di annunciare che, visto il grande successo e gli apprezzamenti e riconoscimenti ottenuti per l’iniziativa “Piedi sani” che ha permesso a centinaia di persone di effettuare presso la nostra sede l’esame baropodometrico statico e dinamico e la stabilometria gratuitamente, è stata presa la decisione di proseguire in maniera PERMANENTE con la promozione.

Family on the bed  at home with their feet showing

Sarà quindi possibile, telefonando al numero 06/56304151 (interno 3) di prenotare l’esame baropodometrico GRATIS con i nostri tecnici ortopedici specializzati che vi rilasceranno il cartaceo da poter presentare al vostro medico di fiducia per aiutarlo a redigere una diagnosi più accurata o a valutare gli esiti di una terapia che si sta seguendo per problemi posturali e non.

Approfittate dell’iniziativa! La prenotazione è senza alcun impegno di acquisto plantari e l’esame è totalmente GRATUITO.